Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Avviso ai naviganti

Non abbiamo molto da dire, oltre a quanto da anni si teorizza
nell’ambito della sostenibilità; al contrario avremmo molto da fare, se ce lo
permettessero.
Purtroppo però l’Abruzzo non si distingue per voglia di
cambiamento, per lungimiranza, per innovazione: Casaclima Network Abruzzo si
propone come obiettivo la diffusione di conoscenze in materia di efficienza
energetica e sostenibilità ambientale che non sono valide solo in alcuni ambiti
regionali - come possono pensare solo i più sprovveduti o chi è in malafede -
ma in tutto il territorio nazionale. Conoscenze che vengono osteggiate da un
sistema di governo del territorio ormai consolidato - direi mummificato – che
non tiene in nessuna considerazione gli interessi della collettività.
Potremmo togliere le bende che avvolgono questo sistema iniziando ad
informare chi  non sa (perché non glielo fanno sapere) che potrebbe vivere in città più a misura d’uomo,
in quartieri più verdi, meno inquinati, meno rumorosi, che potrebbe vivere e lavorare in
edifici molto più confortevoli di quelli esistenti spendendo meno denaro.
Potremmo anche dire come questo processo può avvenire, coinvolgendo
tutta la cosiddetta “filiera edile”.
Potremmo poi continuare dimostrando che non siamo nel campo
dell’utopia elencando gli esempi di edilizia attenta alla sostenibilità
ambientale – e quindi non solo risparmio energetico - che ormai troviamo in
tutta Italia e sporadicamente anche in Abruzzo.
E potremmo terminare ponendo le basi per un sistema normativo
chiaro e comprensibile che faciliti il lavoro di tutti e premi la qualità -
nella progettazione e nell’esecuzione degli edifici – oltre che i sacrifici di chi compra casa.